Quando ha senso prendersi una pausa

Siamo abituati a pensare che prendersi una pausa dal lavoro sia sbagliato. Ci fa sentire in colpa, soprattutto se abbiamo una to do list popolata di voci da spuntare e scadenze da rispettare, soprattutto quando incappiamo in un problema che non prevede una soluzione immediata.

A me è successo qualche giorno fa, quando sono mi sono imbattuta in un problema che non riuscivo a risolvere velocemente. D’istinto ho pensato che se mi fossi concentrata di più, se avessi speso più energie, se non mi fossi fermata alla fine l’avrei spuntata, ma non avevo fatto i conti con i miei limiti e la stanchezza non mi aiutava a pensare lucidamente.

La cosa bella (e brutta) del lavoro in proprio è che non c’è nessuno ti dice “prenditi una pausa” sei tu che te la devi prendere e basta. Dico prendersi una pausa ma non intendo dire cazzeggiare invece di lavorare, ma che il tempo investito per altre attività è utile a rimettere in moto il cervello e che spesso l'idea è solo bloccata e la soluzione era già lì, solo che non si vede perché la si osserva troppo da vicino.

Così sono stata la pc fino a tardi per riuscire a completare la to do list. Sentivo che le energie calavano in maniera proporzionale ogni volta che spuntavo una voce, erano quasi le otto e non avevo ancora preparato la cena. Avevo un problema da risolvere ma non ne venivo a capo e la frustrazione si era trasformata in stanchezza mentale.  

Alla fine mi sono decisa e l’ho fatto, la mattina dopo ho staccato la spina e preso le distanze dal problema. Ho lasciato il pc spento e sono uscita a fare una passeggiata di qualche ora con Bubi tra le vie di Fano. Il pomeriggio mi sentivo rinfrescata e con le idee più chiare. La soluzione era lasciare che i pensieri si muovessero liberi, senza costrizioni o schemi mentali. Ho capito che fare una pausa era già parte della soluzione, serviva a soffiare via la polvere e lasciare spazio alle libere associazioni. Così, alla fine della giornata il problema era risolto :)

Mi chiamo Valentina Pucci e sono una libera professionista fanese. Mi occupo di social media marketing e curo progetti di comunicazione per piccoli imprenditori e liberi professionisti.

Sei già iscritto alla newsletter dei Piccoli gesti di marketing? La mando una volta al mese con contenuti speciali, ci si iscrive qui.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Please wait

SEGUIMI SU
facebooklogo instagramlogo telegramlinkedin

logo valentina pucci