La personalità nel marketing

Nell’articolo precedente abbiamo visto come una proposta di valore chiara sia fondamentale per distinguersi dalla concorrenza. Ho parlato del “cosa” cioè del contenuto e in questo articolo parlo del “come”, cioè del modo in cui ci presentiamo.

Potete guardare il video o leggere l'articolo sotto.

 

Personalità nel marketing

Oggi parliamo di personalità nel marketing! C'è anche un piccolo esercizio alla fine del video ;)

Pubblicato da Valentina Pucci - Piccoli gesti di marketing su Lunedì 30 marzo 2020

 

Per introdurre l’argomento credo sia opportuno fare un piccolo riassunto della puntata precedente.

La domanda era: come faccio a distinguermi dalla concorrenza e a comunicare la mia unicità?

Ho chiamato in causa la Value Proposition che è la nostra verità ed è formata da un “cosa” e da un “come”. Il “cosa” è il contenuto: l’informazione o il messaggio che vogliamo dare ai nostri potenziali clienti e che deve essere rilevante per le persone con cui parliamo e coerente con l’argomento di cui parliamo, cioè con quello che vendiamo.

Oggi, invece, parliamo del “come”, cioè la forma, il modo in cui presentiamo il nostro messaggio. La forma ha a che fare con la relazione che c’è tra noi e il nostro pubblico.

L’esempio della torta

Immaginate il messaggio come una torta, gli ingredienti sono il contenuto, ma il modo in cui li metterete insieme sarà l’aspetto che le darete. Con gli stessi ingredienti possiamo fare una torta tonda, quadrata, piatta o a strati, con la glassa al cioccolato oppure con le scaglie. E via dicendo. La forma che decidiamo di dare alla torta, sarà quella che ci rispecchia e che il nostro pubblico apprezza di più.

Quindi il “come” è il modo in cui scegliamo di presentarci e di parlare al nostro pubblico. Sarà il modo in cui comunichiamo il nostro messaggio, un mix del nostro tono di voce e il nostro stile e darà carattere alla torta, cioè alla nostra personalità.

Una questione di relazione

Come dicevo, il “come” ha a che fare con la relazione che intercorre tra noi e il nostro pubblico, cioè è un‘informazione di relazione, crea un legame. Ma come facciamo a definire il legame tra noi e il nostro pubblico? Ecco che ci vengono in aiuto gli archetipi.

Cosa sono gli archetipi

Sono figure universali che fanno parte dell’inconscio collettivo e quindi appartengono a tutti noi. Rappresentano determinate motivazioni ed emozioni umane innate e ci aiutano a costruire un senso.

Il nostro cervello, infatti, organizza naturalmente le idee raggruppando cose simili e riconoscendo degli schemi. Riconoscere dei tratti comuni nelle persone e nei simboli, ci aiuta a elaborare e comprendere una storia. I punti in comune ci suggeriscono di provare particolari emozioni e innescano alcune risposte.

Dobbiamo ricordare che come esseri umani siamo naturalmente più propensi ad entrare in contatto con le persone, piuttosto che con prodotti o servizi. Se noi con il nostro brand, ci immedesimiamo con l’archetipo di personaggio principale, le persone ci riconoscono e riescono a comprenderci più facilmente. E quando le persone ci capiscono iniziano ad apprezzarci e a fidarsi.

Perché usare gli archetipi

Gli archetipi servono a semplificare e a trovare la personalità prevalente che identifica il brand, cioè il nostro marchio. Servono a entrare in contatto con le emozioni del nostro pubblico.

In pratica, gli archetipi ci aiutano a:

- esprimere la nostra personalità 

- distinguerci dalla concorrenza 

- suscitare emozioni precise, reazioni e necessità primarie

- comunicare con efficacia

I 12 archetipi

Lo psicologo Jung parla di 12 archetipi come attivatori di emozioni che si collegano a 4 motivazioni umane: 

- Stabilità

- Indipendenza

- Cambiamento 

- Appartenenza

archetipi

 

Riuscire a collegare un brand al giusto archetipo, alle sue emozioni e al suo mito, da un lato lega i bisogni, le motivazioni e le emozioni più profonde dell’essere umano al significato del prodotto o servizio e dall’altro crea una connessione fra la motivazione del nostro pubblico e le caratteristiche, i benefici e i vantaggi del prodotto o servizio.

Ora li vediamo tutti, mentre ne parlo provate ad individuare quale archetipo rappresenta meglio il vostro brand. Magari ne troverete più di uno, provate a dire quale per voi è predominante.  

STABILITA’

L’angelo custode (un brand che interpreta bene questo archetipo nella sua comunicazione è Barilla)

1 angelo custode

 

 

Sovrano (l'esempio di brand è Microsoft)

2 sovrano

 

Creatore (l'esempio di brand è Lego)

3 creatore

 

INDIPENDENZA

Innocente (l'esempio è il brand Mulino Bianco)

4 innocente

 

Saggio (l'esempio è il brand Armani)

5 saggio

 

Esploratore (l'esempio è il brand Levi's)

6 esploratore

 

CAMBIAMENTO

Eroe (l'esempio è il brand Guinnes)

7 eroe

 

Mago (l'esempio è il brand Apple)

8 mago

 

Ribelle (l'esempio è il brand Diesel)

9 ribelle

 

APPARTENENZA

Uomo comune (l'esempio è il brand Ikea)

10 uomo comune

 

Burlone (l'esempio è il brand M&M's)

11 burlone

 

Amante (l'esempio è il brand Nespresso)

12 amante

 

Sotto questa luce possiamo leggere diversamente ad esempio il Cowboy di Marlboro, l’Atleta della Nike, il Fattore del Mulino Bianco, la Lady di Dior, il Motociclista di Harley Davidson e tanti altri personaggi e storie messe in scena dai brand di ogni genere.

Piccolo esercizio creativo

Ogni archetipo avrà una voce unica, che rispecchierà la sua personalità. Ora, provate a fare questo esercizio: immaginate di essere un personaggio tra:

Homer Simpson

Giacomo Leopardi

Un adolescente timido

E raccontate nei commenti il vostro primo appuntamento, sarò felice di leggervi e darvi un feedback.

Se poi, avete dubbi su quale sia l'archetipo che fa per voi e volete usarlo per trovare la vostra personalità e farla emergere nei testi del sito o nella comunicazione social, potete chiedermi una consulenza breve, si chiama Mini Macro!

L'articolo finisce qui, grazie per avermi letta!

valentina-pucci-incontriamoci-sul-web.jpg

Incontriamoci sul web!

Usi Instagram? Anche io, al momento è il social che preferisco. Mi trovi lì, cerca @piccoli_gesti_di_marketing

Usi Facebook? Lo so è out, ma ci faccio comunque le dirette del lunedì, cerca @Valentina Pucci - Piccoli gesti di marketing

Ti piacciono le lettere? Bene, a me piace scriverle. Se mi lasci il tuo indirizzo di posta qui ti iscrivi alla newsletter. Cosa succede dopo? Succede che ogni tanto (sporadicamente, quando ho qualcosa da dire e sono ispirata) ti arriverà una mail che parla di comunicazione. La scrivo io, ed è un regalo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Please wait

SEGUIMI SU
facebooklogo instagram

Privacy Policy
©2020 Valentina Pucci · Via XI febbraio, 4 · 61032 Fano (PU) · ciao@valentinapucci.it · P. IVA 02629560414 · Mappa del sito
Credits: Grafica Kei Kei Studio · Ritratti Giulia Gioacchini · Web design elmweb

logo valentina pucci